Nido

Lo sviluppo del bambino si vede anche dal menu, che diventa “da grandi” aumentando man mano la consistenza dei cibi. Masticare serve ad assaporare: in bocca gli alimenti vengono sminuzzati e sprigionano sapori.

Il passaggio dalle pappe alle preparazioni più solide ha molti vantaggi per la salute, anche futura. Previene l’obesità, in costante aumento: masticare è un fattore fondamentale per la percezione della sazietà.

Chi l’avrebbe mai detto? Passare presto a cibi da masticare aiuterà i bambini anche a scuola: sembra ci sia una relazione tra lentezza nel linguaggio, difficoltà di lettura e scrittura e ritardato inserimento dei cibi da masticare.

Rispetto alle pappe, i cibi solidi hanno un contenuto di nutrienti più completo, e in particolare apportano fibre. Il passaggio dev’essere graduale e adatto all’età, ma non ritardiamolo: spesso i bimbi apprezzano i cibi più consistenti.

Si mangia con gusto fin da piccoli: variare gli ingredienti allarga gli orizzonti alimentari. Ma se ci sono resistenze all’assaggio, ricordiamoci che per i bambini, anche con il cibo, la cosa più importante è la confidenza. Procediamo per gradi!